risposta ad un articolo un po’… superficiale? « varie ed eventuali


Un articolo su cui riflettere bene ed in tempi rapidi circa il problema dei rifiuti in campania.

risposta ad un articolo un po’… superficiale? « varie ed eventuali

Annunci

Nessuno tocchi Abele « SGS


Un articolo che personalmente condivido totalmente.

Nessuno tocchi Abele « SGS

Casapuzzano: L’importanza di salvare il Borgo


piazzaUn ringraziamento particolare e personaleal sig. Antonio D’Agostino presidente dell’associazione culturale “Periferica” che continua a rivolgere il suo interessamento alla situazione più che drammatica in cui versa l’antico borgo di Casapuzzano. Pubblico di seguito l’articolo apparso su PUPIA.tv il giorno 19 dicembre con allegata relazione redatta dalla stessa associazione “Periferica”, alla quale aggiungo una piccola nota in quanto, per onestà intellettuale, sento il dovere di precisare che le notizie storiche da me pubblicate, sono il frutto di un lungo ed accurato lavoro di ricerca di un carissimo amico col quale condivido una profonda passione per la tutela e soprattutto la valorizzazione di quelle che sono le testimonianze storiche delle civiltà passate.

Civiltà alle quali dovremmo essere legati oltre che da un rapporto di discendenza, anche e soprattutto da un riverente rispetto nei confronti di quanto da esse prodotto, che rappresenta la base del nostro vivere presente. A cui non possiamo che rivolgere le nostre cure affinchè queste vengano trasmesse alle generazioni future che solo così potranno possedere indizi che testimonino il nostro essere esistiti oggi.

FONTE: Pupia.tv

ORTA DI ATELLA. Voglio proporre una riflessione nel merito di quello che bisogna fare per la difesa del borgo di Casapuzzano.

Dopo il sequestro del cantiere, l’esposto inoltrato da Legambiente , l’interrogazione parlamentare presentata dal deputato Arturo Scotto e la relazione presentata nell’Assise di Napoli di Palazzo Marigliano, adesso tocca ai cittadini del borgo e della città di Orta di Atella prendere parte ad un iniziativa pubblica in cui vengano rinnovati e rafforzati le ragioni di questa causa. I cittadini devono essere presenti, responsabili verso un problema che solo Continua a leggere

La Finanziaria 2008 incrementa gli standard urbanistici


I Comuni potranno subordinare le trasformazioni alla cessione gratuita di aree da destinare a edilizia pubblica

di Rossella Calabrese  FONTE: Edilportale.com

19/12/2007 – Gli strumenti urbanistici comunali potranno definire meccanismi di trasformazione urbana che prevedano la cessione gratuita da parte dei proprietari, di aree o immobili da destinare a edilizia residenziale sociale. In questi ambiti sarà possibile localizzare alloggi a canone calmierato, concordato e sociale.

È quanto prevedono i commi 258 e 259 dell’articolo 1 della Finanziaria 2008, che inizia oggi l’iter di approvazione al Senato.

“Fino alla definizione della riforma organica del governo del territorio – si legge nel testo della norma –, in aggiunta alle aree necessarie per le superfici minime di spazi pubblici o riservati alle attività collettive, a verde pubblico o a parcheggi di cui al decreto del Ministro dei lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444, e alle relative leggi regionali, negli strumenti urbanistici sono definiti ambiti la cui trasformazione è subordinata alla cessione gratuita da parte dei proprietari, singoli o in forma consortile, di aree o immobili da destinare a edilizia residenziale sociale, in rapporto al fabbisogno locale e in relazione all’entità e al valore della trasformazione.”

Ricordiamo che il DM 1444/1968 concerne i limiti di densità edilizia, di altezza, di Continua a leggere

ItaliaNostra: quale futuro per i centri storici?


FONTE: Agoramagazine.it

“Il centro storico è da considerare come un unitario bene culturale, un monumento da tutelare, da conservare integralmente nella sua delicata struttura edilizia ed ambientale, stratificata nei secoli”. ( Antonio Cederna)

lunedì 17 dicembre 2007 di Teresa Liguori
casapuzzano

A distanza di cinquant’anni dalla sua fondazione, ItaliaNostra continua il suo impegno a difesa dei beni culturali (1), affinchè questo grande patrimonio di arte, storia, tradizione, natura sia conservato integralmente per le generazioni future, come sancisce la Costituzione italiana (2). L’associazione ritiene infatti che il profitto economico a breve non può venire prima dei valori fondamentali della salute, della cultura e dell’ambiente e che le leggi del mercato non sostituiscono le leggi dell’etica e della civiltà.Succede infatti che si vanno rallentando i vincoli di tutela e di salvaguardia del patrimonio culturale ed in particolare dei centri storici in Calabria, oggetto di maldestri interventi di restauro ovvero abbandonati in un grave stato di incuria, arrivando a perdere anche il proprio tessuto sociale.Molti tra questi borghi rischiano di perdere la loro “anima autentica”, il “genius loci”, tra cementificazioni, finte “riqualificazioni”, cambi di colore, sopraelevazioni, che stanno stravolgendo l’aspetto autentico e l’armonia originale dei luoghi…
…Per approfondire il tema della tutela e recupero dei centri storici e per promuovere Continua a leggere

Edilizia: Stipendi, anche i manager piangono


FONTE: l’eco di Bergamo.it 

 

Dossier salari nella Bergamasca: in calo di quasi il 3 per cento le retribuzioni dei dirigenti. Leggero recupero degli impiegati, ma dopo anni di forti perdite. Venti di crisi nell’edilizia

Tempi duri anche per dirigenti e quadri: secondo la ricerca realizzata dall’OD&M Consulting di Bergamo gli stipendi sono in calo del 3 per cento circa. Recuperano leggermente potere d’acquisto le retribuzioni degli impiegati, dopo anni di forti perdite, ed anche gli stipendi degli operai sembrano reggere, per il momento, alla ripresa dell’inflazione.

Dal rapporto emergono alcuni caratteri specifici del nostro territorio. A Bergamo, gli stipendi degli impiegati recuperano più che altrove, mentre le retribuzioni nel settore dell’edilizia hanno fatto registrare una netta inversione di tendenza: gli stipendi degli impiegati edili nei primi otto mesi di quest’anno hanno segnato una diminuzione del 4,1 per cento.

Una conferma dei venti di crisi che incominciano a soffiare in questo settore.

Ossigeno di architettura nuova


FONTE: InfoBuild 

galleria milanoMercoledì 19 dicembre alle ore 17.00 presso l’Urban Center di Milano si svolgerà il secondo incontro del ciclo “Ossigeno di architettura nuova”, una serie di convegni sul settore a cura di MADE expo, il nuovo progetto espositivo dedicato all’architettura e all’edilizia che si svolgerà a Milano dal 5 al 9 febbraio 2008, organizzati in collaborazione con la rivista Abitare.
Obbiettivo degli incontri è raccontare Milano, città del futuro, attraverso le esperienze e il lavoro di architetti e designer di fama internazionale. Dopo Kengo Kuma, ospite di questo secondo appuntamento è l’architetto Iñaki Ábalos, coordina Stefano Boeri Direttore di Abitare

Iñaki Ábalos (1956) è titolare della cattedra di Progettazione e direttore del master “Architettura, Paesaggio e Ambiente” presso la Escuela de Arquitectura di Madrid, dove è stato professore di Scienza delle Costruzioni nel periodo 1984-1988.
Nel 1984 fonda con Juan Herreros lo studio Ábalos&Herreros. Nel 2003 ha pubblicato il libro La Buena Vida (ed. GG), tradotto in Continua a leggere