Casapuzzano: L’importanza di salvare il Borgo


piazzaUn ringraziamento particolare e personaleal sig. Antonio D’Agostino presidente dell’associazione culturale “Periferica” che continua a rivolgere il suo interessamento alla situazione più che drammatica in cui versa l’antico borgo di Casapuzzano. Pubblico di seguito l’articolo apparso su PUPIA.tv il giorno 19 dicembre con allegata relazione redatta dalla stessa associazione “Periferica”, alla quale aggiungo una piccola nota in quanto, per onestà intellettuale, sento il dovere di precisare che le notizie storiche da me pubblicate, sono il frutto di un lungo ed accurato lavoro di ricerca di un carissimo amico col quale condivido una profonda passione per la tutela e soprattutto la valorizzazione di quelle che sono le testimonianze storiche delle civiltà passate.

Civiltà alle quali dovremmo essere legati oltre che da un rapporto di discendenza, anche e soprattutto da un riverente rispetto nei confronti di quanto da esse prodotto, che rappresenta la base del nostro vivere presente. A cui non possiamo che rivolgere le nostre cure affinchè queste vengano trasmesse alle generazioni future che solo così potranno possedere indizi che testimonino il nostro essere esistiti oggi.

FONTE: Pupia.tv

ORTA DI ATELLA. Voglio proporre una riflessione nel merito di quello che bisogna fare per la difesa del borgo di Casapuzzano.

Dopo il sequestro del cantiere, l’esposto inoltrato da Legambiente , l’interrogazione parlamentare presentata dal deputato Arturo Scotto e la relazione presentata nell’Assise di Napoli di Palazzo Marigliano, adesso tocca ai cittadini del borgo e della città di Orta di Atella prendere parte ad un iniziativa pubblica in cui vengano rinnovati e rafforzati le ragioni di questa causa. I cittadini devono essere presenti, responsabili verso un problema che solo con il loro interessamento diretto può essere affrontato. L’idea di mettere su un comitato che operi per la tutela e la valorizzazione del sito, che lavori affinché i cittadini vengano sensibilizzati e , soprattutto, educati a conoscere l’importanza di questo patrimonio. Un comitato che lavora e vigila ,osserva e propone. Non è possibile che ciò non sia ancora accaduto. Bisogna riscoprire il coraggio civico di proporsi come cittadini responsabili. I cittadini si devono sentire responsabili nei confronti dei luoghi in cui vivono. Devono difendere la bellezza, la storia ma anche la qualità della loro vita. La Campania è la regione più inquinata d’Italia, quella in cui l’abusivismo edilizio non accenna a diminuire,anzi aumenta e stravolge interi territori, mortifica le città, assedia i luoghi storici con scelte urbanistiche scellerate: quello che si è verificato ad Orta di Atella è sotto gli occhi di tutti! Di fronte a tale stato di cose non posso non immaginare che se ciò accade è anche per un assenza diffusa di cultura civica.Anche i cittadini hanno la loro parte di responsabilità perché indifferenti, desensibilizzati, chiusi nel loro mondo privato che non prevede un minimo d’interesse per la dimensione pubblica ,per quella cura della città in cui si esplica la vera essenza della politica. L’avere cura della polis è questa la quintessenza della politica. Prendere parte a ciò è la caratteristica fondante dell’essere cittadini. Senza questa tensione, attenzione si è semplicemente “abitatori” anonimi, indifferenti e “complici” di tutto “il brutto che ci viene vomitato addosso”.

da Antonio D’Agostino         

Presidente associazione culturale “Periferica”

Scarica la relazione sul Borgo dell’associazione “Periferica”logo

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: