Il nuovo codice dei beni culturali e del paesaggio


FIRENZE. Siamo dunque ad un ulteriore aggiornamento del Codice. Appena prima della fine della legislatura, il Ministro Rutelli ha saputo onorare l’impegno a suo tempo assunto intorno alla rivisitazione del Codice Urbani. Quali le modifiche più significative?

Innanzi tutto il ruolo delle Soprintendenze. Che si sposta da un modello meramente difensivo (e quindi ex post) ad un modello più progettuale (ex ante). L’art. 135 riformato stabilisce, infatti, che in fase di redazione dei Piani Paesaggistici, le Regioni sono tenute a coinvolgere attivamente il MiBAC (e quindi le Soprintendenze, che del Ministero sono le articolazioni territoriali). Si supera quindi lo schema “piano + vincolo + nulla osta”, e si assume invece un modello (assai più responsabilizzante per tutti) di co/pianificazione tra Stato e Regione in … Continua …
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: